arrow-rightarrowclosedirectionseditemailfacebook-colorfacebookgoogle-colorgoogleico-acquaico-downloadico-energiaico-linkico-mapico-ricicloinstagram-colorlinkedin-colorlinkedinpage-arrow-leftpage-arrow-rightpage-listpinterestplayplay_shareslider-arrow-leftslider-arrow-righttelephonetwitter-colortwitteryoutube-color

I filati eco-tech firmati Fulgar ispirano l’eco-designer Tiziano Guardini

I filati eco-tech firmati Fulgar ispirano l’eco-designer Tiziano Guardini

Fulgar, azienda italiana leader internazionale nella produzione di filati man made, con i suoi prodotti green EVO® Q-NOVA® è nuovamente al fianco dell’Eco-designer Tiziano Guardini alla Milano Fashion Week 2018 per la presentazione della nuova collezione “The Sustainable Kit”, una proposta ricercata e totalmente green in cui fashion e natura trovano il loro equilibrio.

La collaborazione tra Fulgar e Tiziano Guardini prosegue con successo. Dopo l’inserimento accessori chiave sostenibili delle scarpe dalle linee futuristiche realizzate con filato bio based EVO® by Fulgar nelle collezioni presentate alla MFW 2018 e a Pitti Uomo 94, ora la collaborazione si estende a interi outfit creati con i filati green d’avanguardia firmati Fulgar.

Siamo felici che Tiziano abbia scelto ancora di lavorare insieme a noi scegliendo i nostri filati Q-NOVA® e EVO® per alcuni capi della propria collezione”, dichiara Alan GarosiMarketing Manager di Fulgar. “Ci auguriamo che questa collaborazione prosegua nel tempo, condividendo lo stesso“.

Riuscire oggi a fare una collezione intera completamente sustainable è un traguardo molto importante nel sistema moda”, dichiara Tiziano Guardini. “Sono estremamente grato ad aziende come Fulgar di investire quotidianamente con questo obiettivo. È importante che tutti noi, sia persone che aziende del settore, facciamo la nostra parte. Una storia africana racconta che un giorno scoppia un grande incendio in una foresta e tutti gli animali scappano impazziti, tranne uno. Un colibrì. Quest’ultimo prende da uno specchio d’acqua una piccola goccia e la lascia poi cadere sulle fiamme, e poi ritorna a prendere un’altra. Il leone lo ferma e gli chiede “cosa ti credi di fare tu?! Sei piccoletto”. Il colibrì prima di tornare verso le fiamme, si ferma e gli dice “io faccio la mia parte”. Quindi grazie a Fulgar e a tutti coloro che stanno facendo la loro parte”.

Top Contatti