arrow-rightarrowclosedirectionseditemailfacebook-colorfacebookgoogle-colorgoogleico-acquaico-downloadico-energiaico-linkico-mapico-riciclolinkedin-colorlinkedinpage-arrow-leftpage-arrow-rightpage-listpinterestplayplay_shareslider-arrow-leftslider-arrow-righttelephonetwitter-colortwitteryoutube-color

Sostenibilità

A better way to the future

La sostenibilità è uno dei fondamenti della politica di responsabilità sociale di Fulgar a cominciare dal motto “a better way to the future”, sintesi di un comportamento ambientale consapevole, volto alla conservazione e al miglioramento dell’ecosistema mondo. La politica ambientale di Fulgar si fonda su tre cardini: un processo produttivo caratterizzato da un basso consumo energetico, una forte attenzione al riciclaggio e l’adozione di un sistema di tracciabilità dei prodotti finali, il tutto a tutela del consumatore. Seguendo questa via l’Azienda ha dato vita a una gamma di filati sempre più ricca e trasversale, con fibre funzionali e sostenibili adatte a molteplici applicazioni.


Processi a basso consumo energetico

Processi a  basso consumo energetico

Il risparmio di energia è applicato in tutti gli impianti del gruppo, senza distinzioni, con standard sempre conformi alla normativa locale vigente. L’Italia in questo scenario rappresenta un incubatore di innovazione sul piano ambientale, con sperimentazioni da testare e poi esportare sugli impianti esteri.
L’energia è una componente chiave per la competitività del prodotto finale; tra le sperimentazioni in corso da segnalare la diffusione su larga scala di lampade a LED per l’illuminazione all’interno dell’impianto. Nello stesso stabilimento, nel reparto di filatura, è in ogni caso favorita la luce naturale, più ecologica e più riposante per l’occhio umano.
In questo percorso, a partire dal 1995 Fulgar è certificata Oeko tex Standard 100 classe1 e dal 2009 è il primo produttore di poliammide 6.6 in Europa ad aver ottenuto il marchio Ecolabel.
EU-Ecolabel è il marchio europeo di qualità ecologica che premia i migliori prodotti e i servizi dal punto di vista ambientale, analizzandone l’impatto lungo l’intero ciclo di vita. Per raggiungere questo obiettivo l’azienda ha sviluppato un sistema produttivo tanto amico dell’ambiente, quanto capace di mantenere un alto livello di competitività sulla scena internazionale.

Aria e acqua

Risorse da preservare

La gestione del rischio ambientale lungo l’intero ciclo produttivo vede la massima attenzione al mantenimento della qualità dell’aria e dell’acqua, minimizzando l’uso dei materiali utilizzati per la produzione. Il sistema di gestione delle risorse idriche, studiato internamente, permette alla società di ottimizzare la quantità di acqua, sfruttata essenzialmente nel ciclo di raffreddamento dell’aria e dei macchinari: il prelievo avviene tramite una rete interna di pozzi, che coprono per intero il fabbisogno idrico degli impianti. Analogamente, impianti tecnologicamente avanzati associati all’impiego di energia rinnovabile limitano le emissioni in atmosfera.


Ridurre gli sprechi

Ridurre gli sprechi

La politica di gestione e riciclo dei rifiuti di produzione si basa sul principio fondamentale che ogni materiale impiegato possa avere una seconda vita, una volta utilizzato nel ciclo di produzione, a partire da carta e imballaggi di plastica. Fulgar ricicla oltre il 63% del materiale usato nel ciclo produttivo.
Inoltre la società ha adottato pallet per la movimentazione delle merci realizzato in legno ecosostenibile, proveniente da foreste a gestione ambientale certificata e assemblato con energia rinnovabile al 100%.
I pallet utilizzati internamente sono di materiale metallico, riutilizzati continuamente; un sistema di trasporto elettrico è il mezzo utilizzato per spostare i filati all’interno dell’impianto, garantendo così emissioni zero di anidride carbonica.
Sul piano degli imballaggi, Il 20% viene riutilizzato almeno una volta. Per la consegna di filati alle aziende del vicino distretto industriale non viene impiegato alcun imballaggio esterno.

Un sistema di tracciabilità

Le materie prime e i prodotti semilavorati sono soggetti a diversi standard di qualità e tutela dei lavoratori. In quest’ottica Fulgar per garantire la massima trasparenza verso i propri clienti, richiede a tutti i suoi fornitori di materie prime la Dichiarazione Reach, relativa alle sostanze fornite e a comunicare le modalità di impiego delle sostanze utilizzate.
Dal lato del consumatore Fulgar ha adottato il sistema di tracciabilità TF: un vero e proprio “passaporto” del prodotto, con informazioni chiave, quale ad esempio la localizzazione geografica delle principali fasi di lavorazione del bene acquistato. Il tutto è riassunto in un’apposita etichetta, in cui è riportato un codice alfanumerico, utile a ripercorrere la storia del prodotto, dalla quale è quindi possibile risalire all’eticità della produzione o alla salubrità di quanto acquistato.


La sicurezza nei luoghi di lavoro

La sicurezza nei luoghi di lavoro

Fulgar è sensibile alla sicurezza e alla prevenzione nei luoghi di lavoro, controllando i potenziali rischi e rispettando la normativa vigente in materia di sicurezza, presupposti essenziali per raggiungere gli obbiettivi prefissati.
L’Azienda osserva la normativa UNI 7249 del 2007 relativa alla valutazione della sicurezza sul posto di lavoro.
Altro aspetto importante è la CERTIFICAZIONE OHSAS 18001: 2007. L’acronico sta per “Occupational Healths and Safety Assessment Series” e ci fornisce un approccio strutturato alla pianificazione e alla gestione di un Sistema a tutela della Salute e della Sicurezza sul posto di lavoro.

Top Contatti